A.N.P.I. Vicenza

Categoria: Comunicati

Comunicato stampa

Associazione Nazionale Partigiani d’Italia F.I.V.L. Associazione Volontari della Libertà Cicero la smetta di provocare la città e offendere le pagine più gloriose della sua storia, come ama fare periodicamente.  Le sue non sono, e non possono essere considerate, pagliacciate o goliardate. Queste uscite colpiscono la maggioranza delle cittadine e cittadini, democratici e antifascisti. Egli è…

COMUNICATO ANPI SULLA MOZIONE APPROVATA IN REGIONE

Associazione Nazionale Partigiani d’Italia Comitato provinciale di VICENZA via Arzignano, 1 – 36100 VICENZA tel e fax: 0444.512080 COMUNICATO ANPI SULLA MOZIONE APPROVATA IN REGIONE Smettetela di strumentalizzare la storia. Soprattutto quando ciò che è avvenuto ha segnato profondamente una città. Rispettate ricordi e sofferenze. Questo è ciò che ci sentiamo di dire alle consigliere…

Mai più fascismi

Pubblichiamo l’appello sottoscritto assieme all’ANPI da molte sigle del mondo politico, sindacale e dell’associazionismo. “MAI PIÙ FASCISMI” Appello a tutte le Istituzioni democratiche Noi, cittadine e cittadini democratici, lanciamo questo appello alle Istituzioni repubblicane. Attenzione: qui ed ora c’è una minaccia per la democrazia. Si stanno moltiplicando nel nostro Paese sotto varie sigle organizzazioni neofasciste…

Comunicato stampa

La presidenza provinciale dell’ANPI ha inviato alla stampa locale il seguente comunicato: REPRIMERE IL NEOFASCISMO E DIFFONDERE LA CULTURA ANTIFASCISTA QUALI PILASTRI DELLA NOSTRA DEMOCRAZIA Sul dibattito in corso relativamente all’approvazione della c.d. “Legge Fiano” in materia di apologia di fascismo l’ANPI della provincia di Vicenza sottolinea due aspetti: la positività della norma per il…

Un nuovo numero de “il Patriota”

Un nuovo numero de “il Patriota” è in distribuzione tra gli iscritti ed i simpatizzanti. La storia principale è naturalmente quella del Referendum costituzionale, ma ci sono anche tanti articoli sulle attività delle nostre sezioni e anche un ricordo di coloro che in questo periodo ci hanno purtroppo lasciato. È possibile sfogliare online “il Patriota” cliccando…