Categoria: Storia

Resistenza e lotta di Liberazione – I

di Mario Faggion 25 luglio e 8 settembre Due date misero in movimento, nel quarto anno di guerra, le forze politiche vicentine, che si stavano ricostituendo dopo il ventennio fascista e l’andamento disastroso delle operazioni belliche per l’Italia: il 25…

Liliana Cavani – La donna nella Resistenza

Film-Documentario di Liliana Cavani sul ruolo delle donne nella Resistenza italiana, commissionatole dalla RAI nel 1965 in occasione del ventesimo anniversario della Liberazione.

La partecipazione delle donne alla resistenza può essere così riassunta numericamente: 70.000 appartenenti ai gruppi di difesa della donna, 2.000 con funzioni di supporto, 35.000 parteciparono alla guerra partigiana, 4.563 arrestate, torturate e condannate dai tribunali fascisti, 2750 deportate in Germania nei lager nazisti, 1700 donne ferite, 623 fucilate o cadute in azione, 512 commissarie di guerra e 16 decorate con medaglie d’oro.

Lo avrai, Camerata Kesserling…

Piero Calamandrei – “Lo avrai, Camerata Kesserling…” Albert Kesselring, a partire dall’otto settembre 1943 comandante in capo delle forze armate di occupazione tedesche in Italia, fu processato nel 1947 per crimini di Guerra (Fosse Ardeatine, Marzabotto e altre orrende stragi di innocenti) e condannato a…

L’eccidio di Priabona (1 dicembre 1944)

ANTEFATTO Priabona – 1° dicembre 1944 “L’operazione Polga”. Il capitano fascista Giovan Battista Polga era comandante del reparto di Polizia ausiliaria in forza alla Questura di Vicenza. Era noto per il suo fanatismo, per aver diretto molte operazioni di rastrellamento…

I sette Martiri di Valdagno (3 luglio 1944)

L’uccisione dei 7 martiri di Valdagno fu un avvenimento particolare, perché non fu solo una rappresaglia tedesca per l’uccisione di un ufficiale della Wehrmacht, ma fu un’azione programmata di repressione politica portata a termine con la determinante collaborazione dei fascisti…

L’eccidio di Foza (18 ottobre 1944)

Il 18 ottobre 1944 a Foza fu perpetrato dai nazifascisti un vero e proprio eccidio. Infatti, non per rappresaglia, né per altri motivi se non riconducibili all’odio e alla violenza, senza alcun processo, senza concedere loro nemmeno il conforto della…