Malga Zonta 2014

Dentro il tendone di Malga ZontaIl tempo inclemente ha costretto i numerosi partecipanti a celebrare la tradizionale manifestazione del 15 agosto 2014 a Malga Zonta sotto un tendone, per la verità molto grande, appositamente predisposto dall’Amministrazione Comunale di Folgaria. Una manifestazione che quest’anno ha assunto un carattere particolare, poiché sono stati ricordati ed onorati i 17 partigiani e malgari uccisi dai nazifascisti in rastrellamento il 12 agosto 1944 nel 70° anniversario di quei fatti.

Renato Ballardini a Malga Zonta

Maurizio Toller (sindaco di Folgaria), Mario Cossali (ANPI di Trento), l’oratore Ufficiale On. Renato Ballardini e Alberto Rella

Tuttavia, la celebrazione di questa ricorrenza si sta sempre più qualificando come manifestazione contro la guerra e per la pace. Tutti gli interventi sono stati caratterizzati da questo tema che è importante e dirompente se affrontato in un luogo come quello, che è stato teatro di combattimenti nella prima e nella seconda guerra mondiale e che poi è stato un sito strategico nella guerra fredda perché vi era allocata una grande base missilistica.

Patriota ottobre 2014 pag.13-003E’ stata quindi una cerimonia eccezionale, anche per la scelta dell’oratore ufficiale, il partigiano On. Renato Ballardini, e per la S.Messa celebrata dall’Arcivescovo di Trento Mons. Luigi Bressan. Il tutto con le note della Banda Cittadina di Cornedo Vicentino e del Coro Sojo Rosso di Valli del Pasubio.

Come sempre hanno dato il loro ammirevole apporto organizzativo gli alpini di Caldogno. La Manifestazione di Malga Zonta è molto sentita e seguita e anche quest’anno, malgrado il bruttissimo tempo, ha chiuso con un bilancio morale positivo. Un grazie agli organizzatori.