Giuseppe Sartori “Beppino” (1925-2014)

Giuseppe SartoriMercoledì 26 marzo 2014 hanno avuto luogo i funerali di Giuseppe Sartori “Beppino”, deceduto a 88 anni. La cerimonia religiosa si é svolta nella chiesa di Spiazzo di Grancona, gremita di folla (amici e compagni, popolazione, delegazioni dal Vicentino, dalla Lombardia e da Prato); quella civile é stata tenuta al cimitero di Grancona, davanti alla tomba dei Sette Martiri. Numerose le bandiere presenti delle Sezioni ANPI e di altre Associazioni, con tanti dirigenti della nostra Associazione, giunti dalla Provincia di Vicenza, di Milano e di Prato per salutare “Beppino”, partigiano della Brigata Martiri di Grancona IIa, delle Formazioni Garemi, e per esprimere cordoglio e solidarietà ai suoi cari. Riportiamo alcuni stralci del discorso commemorativo pronunciato dal presidente Mario Faggion:

…Giuseppe Sartori,partigiano con il grado di tenente in qualità di vicecommissario politico della sua brigata, é stato un protagonista autentico della lotta di Resistenza e, dopo la Liberazione, un costruttore esemplare della società democratica come lavoratore instancabile, come marito e padre premuroso, come cittadino impegnato nel Sindacato (alla Falk di Sesto S.Giovanni), nell’ANPI (fondatore della Sezione di S.Maurizio al Lambro in Lombardia), componente del Comitato Provinciale ANPI di Milano, con il suo ritorno nel Vicentino presidente prestigioso della Sezione di Grancona per tanti anni, ora presidente emerito della Sezione e componente del Comitato Provinciale di Vicenza e come militante della sinistra, del PCI, per la promozione umana e sociale dei lavoratori e degli strati popolari.
… Preoccupazione costante di “Beppino” é sempre stata fino agli ultimi giorni quella di “trasmettere” alle generazioni future la conoscenza e la memoria storica del sacrificio dei Caduti della Resistenza, in particolare la conoscenza e la memoria dei Sette Martiri di Grancona, che portava nella mente e nel cuore (Ermenegildo, il fratello, é uno dei Sette Martiri; Ermenegildo ha pure chiamato suo figlio); obiettivo presente in tutte le sue iniziative: la formazione dei giovani, la loro educazione alla pace, alla democrazia, allo studio e al lavoro perché diventino dei bravi cittadini. L’amore per la sua terra, per la Resistenza, per i Sette Martiri di Grancona, per gli ideali di riscatto morale, civile e sociale degli strati popolari si coglie nel suo libro “La sera del Corpus Domini“, la sera drammatica dell’otto giugno 1944 in cui hanno trovato la morte atroce per mano di “fascisti italiani del Vicentino” (specializzati nella caccia ai renitenti e ai partigiani): Raffaele Bertesina – il suo comandante, Silvio Bertoldo, Attilio Mattiello, Guerrino Rossi, Ermenegildo Sartori – suo fratello, Mario Spoladore, Ernesto Zanellato. L’amore per la memoria storica si tocca con mano in tutte le opere da “Beppino” promosse e sostenute: il monumento ai Sette Martiri, le lapidi, la cappellina in cimitero.
… Nel libro c’é tutta la storia della sua vita: di uomo, di lavoratore, di cittadino, di padre, di coraggioso imprenditore, di promotore di tante iniziative (manifestazioni, visite guidate, scambi patriottici con Prato e con Pessano con Bornago, incontri con i giovani nelle scuole, presentazioni del suo libro, proiezioni del filmato che ad esso é stato dedicato e gite formative alla Risiera di S.Sabba, ai Fratelli Cervi, a Marzabotto, a Malga Zonta e altri luoghi significativi, incontri conviviali e altro ancora).
… Giuseppe Sartori di Spiazzo,”Beppino Belotto”, da umile contadino (di una famiglia numerosa: padre, madre, sei figli) e da modesto operaio è stato elevato al rango di Cavaliere della Repubblica per i suoi meriti, acquisiti nel lavoro, nella vita associativa, nella società civile e per le sue qualità: la laboriosità, l’onestà, la coerenza e la fedeltà ai suoi ideali di “combattente per la libertà e per la giustizia”. Avvertiamo ora il vuoto della sua perdita, però, ispirandoci al suo esempio, possiamo trarre conforto e insegnamento per il nostro agire quotidiano.
Grazie,caro amico e compagno! Non ti dimenticheremo! Ciao,addio!
.